La Storia

Con atto 10 settembre 1921, il cav. Giuseppe Sirch, fu Domenico da S. Leonardo costituiva il capitale nominale di L. 120.000.= (centoventimila) di consolidato 5% per la fondazione di un Ente di Beneficenza con sede in S. Pietro al Natisone.

Detta istituzione veniva eretta in Ente morale con R.D. 23.3.1924 sotto il nome di "Ente di Beneficenza Giuseppe cav. Sirch" e con R.D. 2.4.1925 veniva approvato il relativo statuto. Scopo iniziale dell'Ente è stato quello di sussidiare con borsa di studio giovani studiosi nati e residenti nell’ ex distretto di S. Pietro al Natisone.

Successivamente, sopravvenuta la devoluzione all'Ente delle attività residuate del disciolto Consorzio Annonario della VaI Natisone, il Consiglio di amministrazione, con la deliberazione 5.3.1934 n. 8 realizzando l'espressa intenzione del fondatore -proponeva la trasformazione dell'Ente di Beneficenza in "Casa di Ricovero Giuseppe Sirch" con sede in S. Pietro al Natisone (Udine), istituzione che intendesi promossa con lo stesso decreto di approvazione dello statuto. Il patrimonio della Pia opera alla data dell’1 luglio 1938, ammontava L. 269.467.= Su proposta del Consiglio di Amministrazione, con atto deliberativo 9 maggio 1986, n. 25, l'istituzione viene denominata "Casa di Riposo Giuseppe Sirch”.